Pittura in Tilt brush: E’ Realtà Virtuale

Kairòs… il tempo di mezzo. La fisicitá ha tempi piú lunghi rispetto a quelli della mente. Il tempo mentale è più veloce e chiaramente “immateriale” rispetto al movimento fisico, che viene invece registrato dal cervello come un evento preciso nel tempo e nello spazio. Il tempo del pensiero non ha misurazione. Eppure, anche se nella… Continue reading Pittura in Tilt brush: E’ Realtà Virtuale

Non ricordo da quando

Non ricordo da quando, riconosco gli artisti guardando una singola pennellata, tono, struttura, tumulto. Da sempre infallibile, pronuncio il nome dell’autore istantaneamente. Ugualmente, chissà quanti riconoscono i musicisti in un passaggio di poche note e pause. Così come sarà penso, per tutti quelli che nel lavoro degli uomini scoprono un’essenza irripetibile. Questo è ciò di… Continue reading Non ricordo da quando

Statement

Io sono un produttore di segni, agitatore della materia. Le chiacchiere degli uomini non mi interessano. Mi interessa la solitudine dell’artista che crea e codifica i suoi sensi rivolto al mistero dell’esistenza.  Mi interessa chi è interessato a guardare la vita attraverso le opere. C’é ansia ovunque di essere artisti. Riconosciuti. Svincolatevi dal peso dell’obbligo… Continue reading Statement

Della distanza dai propri desideri

L’opera d’arte è fatta dalla distanza, è la messa in scena della distanza tra chi opera e l’atto che la rende visibile. E’ il metro di misura dei desideri dell’uomo. La distanza, l’inclinazione, la direzione, l’intonazione degli strumenti fanno si che l’opera sia unica e irripetibile. Cambiando questi parametri mutano i rapporti col mondo, muta… Continue reading Della distanza dai propri desideri