Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!
Menu
menu
Patafisica | Alfred Jarry | giovanni ricciardi | patafisici italiani | pataphysique | Autoclave di estrazioni patafisiche | istituto patafisico | Ubu roi | Satrapi | collège de ‘pataphysique | pataphysic | Umberto eco | Errico Baj | cos’è la patafisica | che cos’è la patafisica | faustroll

L’Autoclave ci ha chiamato ad essere pronti, qualcosa vibra fuori da ogni controllo, unica pressione è nel suo interno ad aprirci alle infinite e molteplici soluzioni immaginarie.

La Patafisica è cosa serissima, come lo sono le nostre esigenze e soluzioni e non c’è più tempo per il divertimento, non c’è più hobby appagante, forse è rimasto qualche piacere fugace. Interminabile piacere sono per me  le pluriverità e le pluricertezze più dei pluridubbi e pluriperplessità, che nel nostro Autoclave,  in ogni elemento ancorato  ad esso e intorno ad esso, si iniziano ad agitare più forti di questi mosci e flosci venti milanesi, (ad intermittenza Nazionali e per fortuna mai Universali).

Abbiocchi e reticenze, affanni e inadempienze, hanno fatto si che da più di un ventennio gli artisti si accontentino del presente o meglio dell’essere “partecipi”, facendo del passato uno scrigno luccicante e sicuro, facendo dei sistemi attuali le uniche soluzioni possibili sia di inquadramento, che di adattabilità con o senza le proprie occorrenze. Tutto questo, lasciando a pochi il (non) da farsi.

Questa è la logica che vuole affliggere i nostri giorni e le nostre attività di produttori,  mai padri, eppure artefici di queste aperture che non trovano nessun riscontro né sul mercato né sulle più grandi masse.

Quanto è bassa la verde pressione lì fuori, e quanto ci inquinano la volontà intellettuale nel raggiungimento di quel luogo sicuro di cui ci parlano e che con una mano continuamente ci indirizzano lo sguardo. Ma noi, o per chi come noi, dalle capanne belle delle nostre case e studi pagati a caro prezzo, giochiamo la nostra partita, per noi il futuro ci attende, poiché nel futuro ritroveremo il nostro grande passato dove mai la testa si è chinata all’arresa,  di certo neppure alle incombenze come vomito della propria esistenza, ma quale preciso, inamovibile, perdurare delle necessità di rivedere sempre il proprio già fatto e già detto. (Poiché è proprio nel già detto e già fatto, in questo compimento che prende vita il “non ancora”….e che sia tutto nostro).

Siamo quindi pronti alle ricerche ed estrazioni più alte e precise con le curiosità che ci contraddistinguono, sul possibile,  e su ogni traccia dell’improbabile.

Non amo il centellinamento, io di solito sono per l’eccesso e poi per la sottrazione improvvisa. Credo che un fiume in piena non si placa con un colabrodo, ne dighe d’acciaio lo acquietano. Non possiamo far altro che spandere e riversare, non è questo d’altra parte il compito dell’artista più libero?

Che Faustroll ci guardi,

Giovanni RICCIARDI

Commendatore Squisito Ordine della Grande Giduglia
Correspondants Emphytéotes du Collège de ‘Pataphysique

Patafisica | Italiana | Patafisici Milanesi | Patafisici Italiani | Pataphysique | pata | Autoclave di estrazioni patafisiche | pressione pa

CENTRO STUDI PATADIAGNOSTICI MEDIOLANENSI

tafisica | era patafisica | anno apparente | studi patafisici |

nomina-patafisica-ricciardi ordine-giduglia

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close